Home / Portfolio / Corso in materia di gestione di impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti

Corso in materia di gestione di impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti

Inserito il

1.581 Visualizzazioni

Sezione 3, Percorso formativo: Corso In Materia Di Gestione Di Impianti Di Trattamento E Smaltimento Dei Rifiuti

Sezione Sezione 3 – Offerta Formativa su Competenze Tecnico Professionali correlate al RRFP
Percorso Formativo Corso In Materia Di Gestione Di Impianti Di Trattamento E Smaltimento Dei Rifiuti
Figura di Riferimento 46 – operatore/operatrice per la gestione, conduzione e manutenzione di impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
Durata (in ore) 210
Prerequisiti d’ingresso Giovani da 17 a 29 anni sulla base dell’analisi degli obiettivi di crescita professionale e delle potenzialità.

Aver adempiuto al diritto-dovere o esserne prosciolto.

LIVELLO DI COMPLESSITA’ Gruppo-livello A: identifica situazioni caratterizzate dallo svolgimento di attività che prevedono l’utilizzo di strumenti e tecniche e la padronanza di conoscenze generali relative al settore, ai processi e ai prodotti; tali attività consistono in lavori di tipo esecutivo, che possono anche essere tecnicamente complessi, e possono essere svolti in autonomia nei limiti delle
tecniche ad essi inerenti.

Contenuti Formativi – Cenni di Ecologia e Ambiente, Sviluppo Sostenibile
– Dlgs 152/06 per la classificazione dei rifiuti e il ceer2002
– I rischi connessi alla manipolazione e alla stoccaggio di rifiuti
– Buone prassi nazionali ed estere per la gestione di rifiuti
– La legislazione del settore e il controllo del territorio
– Conoscenza dei sistemi e delle tecniche di raccolta, trasporto, smaltimento dei rifiuti e delle operazioni successive alla depurazione
– Tipologie di rifiuto e modalità di raccolta e smaltimento
– Teoria e tecniche di smaltimento e recupero rifiuti speciali
– Obblighi in capo ai produttori di rifiuti
– La gestione integrata dei rifiuti
– Procedure di etichettatura/stoccaggio adeguate alle tipologie di RU
– Procedure di trasporto e deposito temporaneo trasporto R.U.
– Procedure utilizzo discariche e proc. di biodegradazione
– Proprietà e compatibilità delle sostanze chimiche utilizzate
– Aspetti normativi e criteri di assoggettabilità:
Definizioni e principi
Enti coinvolti nella procedura e attori interessati
Normativa comunitaria, nazionale e regionale
Ambito di applicazione
Sviluppo della procedura di VIA nazionale
Sviluppo della procedura di VIA regionale
– Tecniche di trattamento dei dati su software per il monitoraggio ambientale
Modalita di Valutazione Finale
degli Apprendimenti
In esito alla formazione della Sezione 3 del Catalogo , che prevede il collegamento tra i singoli percorsi e le competenze standardizzate nel Repertorio delle Figure Professionali della Regione Puglia, l’attestazione finale sarà una DICHIARAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI. Essa viene rilasciata dall’Organismo di Formazione e riporta le abilità e conoscenze acquisite attraverso la realizzazione del percorso formativo ed il superamento delle prove di verifica erogate dall’Organismo stesso.
La dichiarazione degli apprendimenti
Il processo di dichiarazione degli apprendimenti, richiede che i percorsi formativi prevedano i seguenti elementi:
– definizione di un dispositivo operativo di valutazione, ovvero le metodologie e modalità di valutazione per ciascuna Unità Formativa prevista nel percorso formativo;
– coerenza e la correttezza metodologica dello svolgimento delle prove intermedie previste;
– rilascio di eventuale “dichiarazione degli apprendimenti” con l’indicazione delle Unità Formative frequentate con successo per l’acquisizione di specifiche singole conoscenze e capacità relative alle competenze tecnico professionali previste nella Figura Professionale di riferimento (individuate nelle singole Unità di Competenza/Area di Attività).
La progettazione di tale prove sarà articolata per le singole Unità formative identificate nel percorso.
Ciascuna Unità Formativa prevedrà quindi una prova di valutazione degli apprendimenti in termini di conoscenze e capacità (relative a competenze tecnico professionali).
La dichiarazione degli apprendimenti è un’attestazione rilasciata nel caso in cui avvenga il superamento delle prove di valutazione degli apprendimenti relative ad almeno una singola Unità Formativa prevista nel percorso.
Attestazione Finale Dichiarazione degli apprendimenti

Il percorso formativo copre tutte le unità di competenza legate alla figura professionale di riferimento

Unità di competenze correlate al Percorso Formativo

Denominazione AdA conduzione impianti
Descrizione della performance gestire e condurre gli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti secondo procedure e istruzioni prestabilite, garantendo i livelli di servizio prefissati, la sicurezza sul lavoro e la massima tutela ambientale
Unità di competenza correlata 796
Capacità
  • interpretare i documenti tecnici che descrivono le componenti e il funzionamento degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • diagnosticare guasti e anomalie di funzionamento degli impianti ed eventualmente effettuare piccoli interventi di sostituzione o manutenzione
  • individuare e gestire i fattori di rischio specifico (igienico-sanitario e di infortunio) che si presentano nello svolgimento del proprio lavoro, garantendo la propria e l’altrui incolumità
  • lavorare in squadra, garantendo l’intervento coordinato di tutti gli addetti all’impianto per la sua conduzione efficace ed in sicurezza
  • risolvere e gestire problemi e imprevisti che possono alterare il normale funzionamento degli impianti, comunicando, dove necessario, l’anomalia ai propri superiori
Conoscenze
  • cicli termici e tecniche di combustione dei rifiuti al fine di effettuare in maniera efficace e in sicurezza le proprie mansioni negli impianti con recupero energetico e nei termovalorizzatori
  • ciclo dei rifiuti e problematiche relative alla salvaguardia dell’igiene ambientale al fine di effettuare in maniera efficace le proprie mansioni nell’ambito del processo produttivo di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • tipologia di classificazione e composizione dei rifiuti (urbani e assimilati, speciali, pericolosi, tossici e nocivi) al fine di effettuare in maniera efficace le proprie mansioni nell’ambito del processo produttivo di trattamento e smaltimento dei rifiuti e al fine di prevenire i fattori di rischio
  • procedure e tecniche di conduzione di impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti al fine di effettuare in maniera efficace ed in sicurezza le proprie mansioni nell’ambito dei diversi impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
Denominazione AdA manutenzione impianti
Descrizione della performance gestire la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti secondo procedure e istruzioni prestabilite, riuscendo a garantire, nel pieno rispetto della tutela ambientale, il funzionamento continuo degli impianti e a prevenire guasti e interruzioni del servizio
Unità di competenza correlata 797
Capacità
  • interpretare i documenti tecnici che descrivono le procedure e le istruzioni di manutenzione degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • diagnosticare guasti e anomalie di funzionamento degli impianti che rientrano nelle normali operazioni di manutenzione e anche quelli che richiedono interventi urgenti o operazioni di manutenzione straordinaria
  • individuare e gestire i fattori di rischio specifico (igienico-sanitario e di infortunio) che si presentano nello svolgimento del proprio lavoro, garantendo la propria e l’altrui incolumità
Conoscenze
  • ciclo dei rifiuti e problematiche relative alla salvaguardia dell’igiene ambientale al fine di effettuare in maniera efficace le proprie mansioni nell’ambito del processo di manutenzione degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • procedure e tecniche di manutenzione programmata e straordinaria degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti al fine di effettuare in maniera efficace e in sicurezza le proprie mansioni per la manutenzione dei diversi impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • tipologia di classificazione e composizione dei rifiuti (urbani e assimilati, speciali, pericolosi, tossici e nocivi) al fine di effettuare in maniera efficace le proprie mansioni nell’ambito del processo di manutenzione degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
Denominazione AdA controllo e verifica emissioni
Descrizione della performance monitorare i dati, le informazioni, i parametri e gli indicatori che consentono di verificare l’impatto degli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti sull’ambiente circostante e di prevenire l’inquinamento dell’aria, del suolo e delle falde idriche
Unità di competenza correlata 798
Capacità
  • individuare e segnalare situazioni di rischio ambientale ai propri superiori, assicurando la prevenzione e la salvaguardia dell’ambiente circostante
  • analizzare criticamente e interpretare i dati e le informazioni derivanti dall’attività di monitoraggio e dalle attività di analisi dei tecnici di laboratorio, in relazione agli obiettivi di impatto ambientale prefissati e alla normativa di riferimento
  • compiere in maniera programmata le operazioni di campionamento, monitoraggio e verifica delle emissioni inquinanti degli impianti nell’ambiente circostante
  • interagire ove necessario, con gli enti e le autorità preposte al controllo e alla tutela dell’ambiente
  • rapportarsi con i tecnici e gli analisti di laboratorio ai quali si consegnano i campioni da analizzare e dai quali si ricevono i risultati delle analisi
Conoscenze
  • ciclo dei rifiuti e problematiche relative alla salvaguardia dell’igiene ambientale al fine di effettuare in maniera efficace le proprie mansioni nell’ambito del processo produttivo di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • tecniche di contenimento e gestione dei percolati al fine di evidenziare possibili malfunzionamenti nella gestione dei reflui e dei percolati dell’impianto
  • tecniche di trattamento dei dati su software al fine utilizzare in maniera efficace tutte le informazioni e i dati sul monitoraggio ambientale
  • tecniche di monitoraggio ambientale per individuare gli agenti inquinanti nell’aria, nel suolo e nelle falde idriche
  • tecniche di depurazione dei fumi al fine di evidenziare possibili malfunzionamenti dei depuratori dell’impianto

Codici ISTAT correlati al percorso formativo

Codice Descrizione
7.1.6.4 Conduttori di impianti di incenerimento dei rifiuti, del trattamento e della distribuzione delle acque ed assimilati
Top